Cerca

Per vedere tutte le ricette contenenti un determinato ingrediente utilizzare il "Cerca".
Ad esempio per "saraceno", digitare la parola "saraceno" nella casella vuota quindi fare clic sul pulsante "Cerca".
Lo stesso per cercare ricette con altre parole, ad esempio "prezzemolo", ecc...


Per vedere le ricette relative ad uno specifico gruppo sanguigno è invece preferibile utilizzare le etichette, vedi in fondo a destra

lunedì 18 luglio 2011

Gelato di Pesche al latte di soia







viene benissimo senza gelatiera
  • 800 gr di polpa di pesche sbucciate
  • 100 gr di zucchero (Il dott. Mozzi dice sempre di preferire il normale zucchero di barbabietota a fruttosio o altri. E ovvimente di limitarne l'uso)
  • 400 gr di latte di soia (il più semplice possibile, perchè gli addizionano di tutto?!)
  • 2 uova
  • 5 ml di farina di miglio FACOLTATIVO!!!! (mio figlio disapprova che mi esprima in cucchiai, pizzichi e tazzine, così stavolta ho usato uno di quei misurini che mi raccomanda tanto... comunque sarebbe 1 cucchiaino) 
LA FARINA DI MIGLIO NON E' ASSOLUTAMENTE NECESSARIA!!! ho provato a fare questo gelato senza usarla e viene benissimo lo stesso.
Dall'"Allegro fattore" avevamo comprato delle pesche enormi profumatissime e buonissime.

Ne ho utilizzate 8.

Sbucciate e denocciolate, la polpa pesava 800 gr.


...dopo che mio figlio s'è mangiato quello che serviva per far cifra tonda ;)
Le ho frullate.
Ho messo a bollire il latte di soia,
mentre sbattevo uova e zucchero col minipimer
unendo anche il miglioHO PROVATO A RIFARE IL GELATO SENZA MIGLIO E VIENE BENISSIMO!!!!


Una volta bollito il latte l'ho incorporato all'impasto,
un filino alla volta mescolando continuamente,
se no le uova si sodano,
come insegna il "Manuale di Nonna Papera"
tanto per citare le fonti ;)
Ho rimesso l'impasto sul fuoco continuando a mescolare
fino ad ebollizione,
quindi tolto dal fuoco ed incorporato le pesche.
...un profumo!
Ho dovuto trattenere Max dal mangiaselo!
Metà impasto l'ho lavorato in gelatiera seguendo le istruzioni,
l'altra metà, non ci stava, quindi l'ho messa, direttamente in frizeer, in pirottini


Mancando il grasso del latte o meglio della panna,
l'acqua delle pesche congela in cristalli grossolani,
quindi sia il composto della gelatiera che quello non lavorato, producono solo una sorta di granita mal riuscita, ma... ;)




.


m'è bastato frullare quella granita mal riuscita, fino a trasformarla in una crema uniforme e morbida...


..così da ottenere un gelato morbidissimo, con tutto il profumo di quelle meravigliose pesche.


La ricetta e la dieta dei gruppi sanguigni (emodieta):

Questo gelato l'ho inventato per noi, gruppo 0 gruppo A gruppo AB, che secondo il dott. Mozzi ed il dott. D'Adamo dobbiamo evitare latte vaccino e derivati (quindi anche panna).

Stando al dott. Mozzi e al dott. D'Adamo la soia è dannosa per le persone di gruppo sanguigno B.

Attenzione! Successivamente alla prima pubblicazione di questi post, Marco ha fatto presente che secondo il dott. Mozzi il MIGLIO NON VA UNITO ALLO ZUCCHERO, quindi pancake, crepes, gelati in cui l'ho usato sono eccezioni e non solo perchè dolci.


COMUNQUE HO PROVATO A FARE IL GELATO SENZA MIGLIO E VIENE BENISSIMO.

rigorosamente senza miglio! ricetta adatta ai gruppi 0, A, B, AB






2 commenti:

Livia Negrini ha detto...

penso che le tue ricette sono FAVOLOSISSIME approposito sono del gruppo 0 grazie e ciao

Marilena D'Onofrio ha detto...

Grazie Livia sei gentilissima!!!!!

Posta un commento

CHE NE PENSI? VUOI DIRMELO? (Lascio la possibilità di inviare tecnicamente commenti anonimi ma da ora in poi cancellerò quelli privi di firma.)